domenica 22 maggio 2011

Corel Painter XII- parte terza

Dopo ore di intenso travaglio, sono finalmente riuscito a risolvere il problema del tasto "next" ( leggete il post precedente per maggiori informazioni ) creando un nuovo account di sistema settato come amministratore e procedendo all'installazione. Ad ogni modo ho finalmente potuto testare le potenzialità del nuovo prodotto firmato Corel, e devo ammettere che è decisamente migliore del suo predecessore. Cominciamo con i "pro" :

Gli strumenti sono più veloci, più leggeri, e più facili da gestire... l'utilizzo di memoria ( a parità di dimensioni dell'immagine e degli strumenti ) sembra essere inferiore, la shell è notevolmente migliorata, rendendo più comoda l'organizzazione delle finestre varie, ed è stata inserita la finestra "navigatore" con tanto di comandi zoom (in e out) rotazione e spostamento. Resta la sempre valida finestra "mixed color" con la quale disporre i colori e mischiarli a piacimento proprio come su una vera tavolozza colori. Tantissimi strumenti disponibili e stupendi i comandi caleidoscopio e "specchia" anche se ora come ora non mi viene in mente l'utilità di tali opzioni, ma non si può mai dire.

Contro: matite terribilmente poco realistiche a dispetto del nome, persiste l'incapacità di miscelazione dei vari colori ( effetto blending in Artrage ), impostazioni di riduzione e ingrandimento degli strumenti ancora troppo scomode per i miei gusti, incapacità di personalizzazione dei tasti del pennino ( che oltretutto sfrutta solo uno dei due tasti presenti, essendo l'altro assolutamente inutile )

Insomma, tirando le somme direi che è davvero un ottimo software per un illustratore, ma personalmente lo trovo meno adatto per un ritrattista. Da studiare per bene in ogni caso ;)

Piccola rettifica: alcuni nuovi strumenti permettono una miscelazione dei colori abbastanza discreta ( non ho ancora avuto modo di testarli tutti ), mentre altri, come nella precedente versione, tendono ancora ad "scurire" il colore ad ogni ulteriore sovrapposizione, cosa che non trovo naturale...

Nessun commento:

Posta un commento