mercoledì 22 agosto 2012

Oggi ho trascorso la giornata in un modo piuttosto insolito... ovvero "litigando".
La cosa è cominciata stamattina, quando subito dopo aver aperto gli occhi, preso il caffè e avere acceso il pc, trovo sulla pagina di facebook del gruppo AEI ( Artisti Esordienti e Incoscienti ) un post che indicava l'ennesima pagina di facebook che utilizza illustrazioni a insaputa dei rispettivi autori. Ora, mi è capitato, per puro caso, di avere alcuni di quegli autori tra le mie amicizie, e così ho potuto seguirne la vicenda dall'esterno, almeno in un primo momento. Ho letto dei commenti di una mia collega illustratrice, una personcina molto a modo, che piuttosto perplessa dall'ignoranza dell'amministratrice della pagina ha ben deciso di lasciar perdere ed evitare un bell'esaurimento... Io da grande idiota qual sono, incuriosito da quello che stava succedendo, ho iniziato a seguire la pagina. Che vi trovo? Illustratori che, avendo trovato materiale al quale non è stato dato il giusto riconoscimento, hanno invitato cordialmente l'amministratrice a porre rimedio, citando l'autore o eliminando la foto. Ora vi chiedo, secondo voi, ha optato per la risposta A o la B? certo che no, ha creato la risposta C ovvero Bannare chi gli ha fatto simili, indecenti richieste, e con la risposta D ha iniziato ad insultare ( credo di essermi beccato un salut'm a sor't che la dice lunga su questa tipa )... Altro che il 50 e 50. A quel punto la discussione si è trasformata in un vero e proprio campo di battaglia. Illustratori che spiegavano le proprie ragioni e utenti della pagina ADULTI ( o presunti tali ) che rispondevano con... le corna. Si proprio con le corna, una bella immagine di una mano che faceva le corna. Oltre che ad insultare e inveire peggio che dei bambini di 3 anni.
Tutto ciò è davvero successo purtroppo e tre affermazioni filosofiche, quali, " voi venite in casa mia e battete sul tavolo" , e " questi disegnano pupazzetti, andate a zappare la terra", e minacce tali da far impallidire un puffo tipo " mio cuggino è un anonymous e vi faccio hackerare il pc " ( giuro, mi cascano le braccia persino a ripensare a simili stupidaggini ) abbiano cercato di ricondurre l'amministratrice alla ragione. Chi disegna, che lo faccia per passione, per passatempo o per pagare le bollette, impiega parte del suo tempo in qualcosa che gli appartiene, qualcosa di cui ha e avrà per sempre ( o almeno fino a 70 anni dalla sua morte ) il diritto di gestirlo A PROPRIA DISCREZIONE, e DOVREBBE ( in Italia quando si parla di leggi è sempre bene usare il condizionale, lo dico per gli amici d'oltreoceano, so che c'é qualche lettore affezionato da qualche parte negli Stati Uniti ) essere tutelato dalla legge. Di norma. Ma la realtà dei fatti è che o lotta con i denti e con gli artigli, o non vedrà mai riconosciuti i propri diritti. Per essere chiari, vi sono nella pagina alcune splendide illustrazioni di una mia collega,  Elisa Moriconi. Dopo che gli è stato fatto gentilmente notare l'errore, sia dalla diretta interessata, sia da altri colleghi, le illustrazioni sono ancora li, senza nemmeno il giusto riconoscimento. Sfortunatamente con certe persone la ragione non è sufficiente per far capir loro che si tratta di un... ' appropriazione indebita ( furto è una brutta parola ), e non sono il tipo che ricorre alle minacce ( anche perché non servono a nulla ). Come tutti gli altri, mi sono limitato ad indicare la pagina agli amministratori di facebook, sperando che risolvano la questione in qualche modo.
Se anche voi siete del parere che per utilizzare un'immagine coperta da copyright bisognerebbe quanto meno chiedere il permesso al suo autore, allora vi invito a segnalare la pagina in questione andando a questo LINK  e utilizzando la voce SEGNALA cliccando sulla rotellina accanto al tasto mi piace. Se invece siete dalla parte di chi pensa di poter utilizzare impunemente le immagini altrui, ricordate che prima o poi le persone smetteranno di pubblicare, o comunque permettere l'appropriazione indebita dei propri disegni.

In questo blog, l'uso del tasto destro è già da tempo vietato.... chiedetevi perché...

2 commenti:

  1. Aggiungo che esiste anche la possibilità di chiedere direttamente a Facebook di rimuovere da una pagina contenuti di cui potete dimostrare la paternità (basta che siano pubblicate su una pagina a vostro nome) recandovi a questo link http://www.facebook.com/help/contact/?id=208282075858952

    RispondiElimina
  2. Ottimo Elisa... nella fretta di chiudere ( dovevo andar via ) ho dimenticato di dirlo ;)

    RispondiElimina