giovedì 26 febbraio 2015

Clichè

 Toh, una ragazza in kimono con una carpa Koi disegnata alle sue spalle... che originalità!
XD

Il punto è che oggi la mano non voleva affatto collaborare, e le idee scarseggiavano. Così dopo un pò di "giri di matite", sono riuscito a tirar fuori questo soggetto. Non è originalissimo lo so, però posso considerarlo un buon esercizio dopotutto. Peccato solo che mi manchi il tempo di terminarlo oggi, così sono costretto a postare solo questi due passaggi. Dovrei finire luci ed ombre, fare qualche piccola decorazione al kimono, ma soprattutto correggere l'errore della testa.
Vabbè, pazienza, come dicevo prima, oggi mi manca il tempo per farlo, speriamo solo di poterlo fare domani. :p





martedì 24 febbraio 2015

Mypaint 1.1


Da qualche tempo ho un pò di difficoltà a realizzare disegni completi da mostrare qui nel blog, pare che la Musa se ne sia andata e non sembra aver intenzione di tornare a breve.
Per cui, anziché postare il solito schizzo fatto in fretta e furia, preferisco approfittarne per parlare di Mypaint 1.1
Chi, in passato, ha già seguito il blog, saprà che considero questo programma molto importante per la preparazione dei disegni digitali, in quanto, pur essendo un open source e quindi un prodotto "amatoriale" se vogliamo, presenta delle particolarità che software più "nobili" non hanno.
Ma andiamo con ordine.
Innanzitutto specifichiamo che la seguente recensione riguarda la versione 1.1 per windows, uscita a più di un anno di distanza da quella per le altre piattaforme. Questo perché la versione per windows presenta problemi di compatibilità del codice sorgente e non ci sono molti "tecnici" interessati o disposti a collaborare allo sviluppo del programma per questo sistema operativo. Fortunatamente qualche anima pia ha deciso di regalarci questa versione che, seppur incompleta e con qualche piccolo bug, è comunque in grado di funzionare.
Vediamo le novità


La prima cosa che colpisce è la nuova interfaccia. Sulla sinistra abbiamo un selettore dei colori, al centro la solita tela "infinita" e sulla destra abbiamo i pannelli dei livelli, i settaggi dei pennelli, e l'elenco degli strumenti. Si possono comunque aggiungere o togliere pannelli per personalizzare l'interfaccia utente in base alle proprie esigenze




Una delle novità più importanti, è la selezione dell'area di lavoro attraverso l'apposita finestrella.
Se nelle versioni precedenti era necessario esportare il lavoro a 72 dpi, ora invece è possibile impostare la risoluzione dell'immagine fino ad un massimo di 300 dpi.
Inoltre è sempre possibile lavorare sulla "tela infinita" e selezionare l'area di lavoro in un secondo momento.




Ecco un'altra delle novità della nuova versione. È adesso possibile inserire una trama di fondo, per dare ai nostri disegni una texture particolare.



Nuove modalità di composizione dei livelli che però, a dir la verità, non ho sperimentato. :p



Il selettore colori, che nelle versioni precedenti era unico e visualizzabile esclusivamente cliccando nel quadratino di colore presente nella barra degli strumenti, ora è visualizzabile in una colonna a se, ed è possibile scegliere tra diversi tipi di selettore. Personalmente preferisco questo, in quanto più simile a quello di photoshop, a cui sono già abituato. 



Come nelle versioni precedenti, Mypaint mette a disposizione un grandissimo assortimento di strumenti ( facilmente modificabili per venire incontro alle esigenze dell'utente ). Qui in figura ho voluto mostrare solo quelli di base, ma ce ne sono davvero tantissimi, perfetti per creare effetti particolari, molto simili a quelli della pittura tradizionale.



Ed ecco uno dei punti forti del programma. La possibilità di personalizzare, per ogni strumento, le impostazioni di pressione. Come nei settaggi della tavoletta wacom, è qui possibile, al variare della curva, definire spessore e opacità del tratto.
Se questa opzione è presente in Corel Painter, infinitamente più complessa però, è bene specificare che in Photoshop è del tutto assente.


Queste, ovviamente, sono solo alcune delle migliorie apportate al programma, ma poiché il mio processo creativo prevede l'uso di più software per arrivare al prodotto finito, mi sono limitato a studiarne solo le componenti che più mi interessano. Ma è tutto oro quel che luccica?
Purtroppo no, ma per quanto possano esservi difetti, il programma resta comunque molto valido a mio avviso. Continuiamo con un'analisi di Pro e Contro per conoscerlo meglio.

PRO:
  • Sistema di pressione superiore a quello di programmi più rinomati. La possibilità di modificare le impostazioni di pressione di ogni singolo strumento, permette di avvicinarsi ulteriormente ai risultati di un lavoro tradizionale.
  • Sistema di blending dei colori simile a quello di Paint Tool Sai, il che permette di ottenere un tratto e, soprattutto, sfumature di colore più "morbide".
  • Per le suddette ragioni, le matite ( o meglio i carboncini ) di mypaint sono di quanto più vicino possibile ci sia alla matita reale, la classica HB. Molto importante per chi, come me, necessita di un tratto preciso prima di dedicarsi alla colorazione.
  • Per quanto l'area di lavoro possa essere infinita, le risorse utilizzate dal programma sono nettamente inferiori a quelle utilizzate da altri software, permettendo così un lavoro privo di lag, con un tratto più naturale, e diciamolo, meno incazzature XD
CONTRO:
  • Il programma purtroppo non è ancora stabile, l'utilizzo di certi comandi, ( come ad esempio, l'importazione di vecchi pennelli) causa ancora qualche crash. Fortunatamente, anche quanto ciò avviene, è sempre possibile salvare il lavoro, riavviare il programma, e riprendere da dove lo si era lasciato, senza ulteriori problemi. 
  • Di tanto in tanto, soprattutto per tavolette grafiche sensibili all'inclinazione della penna, compaiono dei leggeri tratti non voluti. I difetti possono essere irrilevanti, ma non per questo meno fastidiosi.
  • Un grosso, enorme deficit del programma, che evidentemente gli sviluppatori si sono dimenticati di correggere in questa nuova versione, è la mancanza di qualsivoglia strumento di selezione e modifica. Spero di vederne in una futura versione 1.2, anche se, credo, ci vorrà davvero parecchio prima di poterla sperimentare su Windows.

Detto ciò, credo non ci sia altro da aggiungere. Quindi, se siete alla ricerca di un'alternativa a programmi più complessi, non siete soddisfatti degli strumenti del vostro software, o se come me, semplicemente vi piace sperimentare, vi consiglio caldamente di provarlo.

P.s. trattandosi di un progetto in costante sviluppo e poiché una ricerca su google porta a molti risultati differenti, si consiglia di scaricare la versione 1.1.1. risalente al 2 Febbraio 2015 ( o al massimo, chiedere al sottoscritto )

Alla prossima ^_^


sabato 21 febbraio 2015

Sagome ( terminate )

Approfittando di un lieve miglioramento delle mie condizioni, ho deciso di terminare finalmente l'esperimento delle sagome col terzo pokemon... non so esattamente cosa sia sto coso, ma è ormai terminato... devo solo aspettare che asciughi l'acrilico per rifinire e colorare le pietre sul terreno.
Dopodichè non mi resterà altro da fare che godermi la faccia dei tre fratellini quando li vedranno. :D





Per chi se lo stesse chiedendo sono fatte con acrilico su compensato ( senza gesso, mi piace di più l'effetto ) e ritoccate con pastelli e bic colorate.


venerdì 20 febbraio 2015

Dannata influenza


Se c'è una cosa che davvero detesto è l'influenza. Non tanto per la tosse, la febbre e i giramenti di testa, ma perché mi impedisce di disegnare. Restare seduto per ore alla scrivania è impossibile, e chiaramente non c'è un solo pezzetto di carta pulito in tutta la casa. Fogli, quaderni, album, tutti accuratamente completati. Perfetto.
A questo poi va ad aggiungersi il fatto che proprio in questo periodo gli amici si stanno sbizzarrendo nel realizzare i disegni più incredibili, aumentando così ancora di più la voglia di disegnare. Uffa.

Vabbè, ad ogni modo, poiché non voglio perdere la buona abitudine di postare sul blog, vi lascio le ultime matite realizzate prima che "la peste mi cogliesse". Spero vi piacciano. 

Athos, ispirato alla serie tv

Una bozza di Batman finalmente soddisfacente


Questo è uno schizzo di una tavola del mio progetto. Ho deciso di rifarlo da zero disegnando però prima le matite, e procedendo alla colorazione solo una volta terminate tutte le tavole. Decisione presa in parte per dare una sorta di lineart che facesse da "filo comune", e in parte per correggere dei piccoli errori nei disegni già fatti, che mi facevano proprio "storcere il naso" :/



Questo è invece un pò più vecchiotto, un piccolo e rapidissimo studio preliminare del personaggio, anche se poi ha preso connotazioni differenti.

domenica 15 febbraio 2015

Sagome


Tempo fa un buon amico, nonché grande illustratore ( visitate la sua pagina se vi và   ) mi ha messo la pulce nell'orecchio parlandomi delle illustrazioni in 3D. Si tratta di illustrazioni come tante altre, ma con la differenza che i singoli elementi vengono ritagliati e incollati per dare la sensazione della profondità. Così tempo fa decisi di fare anch'io un tentativo, ma anziché usare la carta, ho voluto cimentarmi con il compensato ( mi piace un sacco lavorare il legno ), unico problema, persi il mandrino del trapano, e fui costretto a posticipare.
Qualche giorno fa poi, ho finalmente trovato il pezzo mancante, e così per far pratica ho chiesto ai miei cuginetti che personaggi preferissero che disegnassi. Pokemon è stata la decisione unanime ( ma perché non personaggi disney??? :(   ) e così stamattina mi ci sono messo di impegno, e con un foglio di compensato ho iniziato a lavorare sui personaggi.
La tartarughina è uscita abbastanza bene, mentre per la lucertola c'è da aspettare che l'acrilico asciughi prima di poter procedere con i dettagli e le rifiniture con i pastelli colorati.

Ah, ne manca ancora uno, una sorta di... "coso" con un fiore, ma lo realizzerò tra qualche giorno, in quanto al momento mi è impossibile lavorare a causa del rumore del trapano e se riuscirò a posizionare correttamente la fotocamera, ho anche intenzione di farne un video :D
La tartarughina è completata

Sagoma della lucertolina con tanto di ritaglio di compensato




venerdì 13 febbraio 2015

Big Hero 6 in... 6 mosse


Oggi parliamo di colorazione. Per l'occasione, utilizzerò il disegno di Big hero 6 realizzato un paio di giorni fa. Non ho intenzione di realizzare un vero e proprio tutorial, perché ho imparato che seguire meccanicamente delle istruzioni impartite, insegna poco o nulla.Quello che intendo fare, è dare un'idea più o meno precisa dei vari passaggi che di solito impiego nella colorazione, come interpretarli e svilupparli, spetta esclusivamente a voi ;)
Cominciamo:

In primo luogo stabilisco con una colorazione piatta, quali saranno i colori di base da utilizzare, sia per avere un'idea abbastanza chiara di quello che accadrà in seguito, sia per delimitare le zone di colore. Io preferisco dedicare un layer ad ogni colore ( sembrerà pazzesco, visto che così facendo i file si appesantiscono tantissimo, ma è necessario per la mia tecnica. Voi siete liberi di fare come credete ), o eventualmente, nel caso ci sia un ambiente da colorare, un layer per ogni singolo oggetto presente nella scena. Il perché è presto detto. Nel caso in cui si debba ricorrere a piccoli stratagemmi per correggere eventuali errori, è molto più semplice farlo su un layer in cui vi è solo il colore del singolo oggetto, piuttosto che esser costretti ad estrapolare la porzione di colore interessata da un layer più "complesso". Per cui, per l'immagine seguente, potete immaginare la presenza di ben 12 layers.


Il passo seguente consiste nel farsi un'idea iniziale di come distribuire luci ed ombre, niente di definitivo, solo un'idea appunto. Per farlo inizio a distribuire molto delicatamente le zone d'ombra.
Attenzione, è assolutamente vietato l'uso del livello moltiplica. Sporca, è grezzo, e difficilmente permette una distribuzione graduale dell'ombreggiatura. Meglio limitarsi a selezionare una tonalità di colore leggermente più scura, magari appena percettibile.
P.s. come potete notare, l'armatura di Hiro ha cambiato tonalità passando da un turchese ad un violetto. Se l'immagine precedente fosse stata colorata in un unico layer sarebbe stato molto complicato, in questo modo invece, la modifica è stata fatta in tre soli click.


Qui c'è poco da dire, mi limito di solito ad accentuare le ombre e impostare qualche punto luce. 



Luci ed ombre non si realizzano solo aggiungendo bianco o nero alla tonalità di base, per rendere davvero bene l'idea, bisogna sfruttare le luci dell'ambiente. Illuminazione elettrica, una fiamma, la luce di un neon, quella notturna, costituiscono la cosiddetta " luce di riflesso".
Purtroppo, mancando un fondale in questo disegno, non è possibile spiegarmi meglio, sappiate che mi sono limitato ad aggiungere un tocco di colore alle armature di Hiro e Baymax.



Qualche puntino bianco per aumentare la lucentezza. Utili più che altro, per rendere l'idea del materiale delle due armature. Dall'effetto plastico dell'immagine precedente, a quello metallico qui visibile, c'è solo qualche piccola lucetta bianca.



Quasi finito, ci mancano solo alcuni dettagli.
Con l'uso di un pennello texturizzato, ho dato ai pantaloni di Hiro un effetto "tela", e le macchie bianche presenti sul suo volto aiutano a far notare la presenza del vetro del casco. 



Ed ecco qua, in sei passaggi l'illustrazione è terminata ^_^
A parte la perdita di tempo iniziale dovuta alla realizzazione dei vari layer, il resto procede in fretta.
Ora, ricordatevi che questi sono passaggi puramente indicativi, basati sul mio modo di procedere,  sta a voi adesso trovare la tecnica più adatta al vostro stile. Quello che conta davvero in realtà, è trovare un proprio ordine mentale nel processo creativo, sapere come procedere e non imparare a memoria una serie di istruzioni, cosa che anzi, ritengo esser controproducente. Io stesso ho sprecato un sacco di tempo inutile studiando colorazioni altrui, senza esser soddisfatto poi dei risultati ottenuti.
Spero comunque di esser stato d'aiuto a chiunque cercasse un input per iniziare a studiare la colorazione digitale.

Alla prossima ^_^


mercoledì 11 febbraio 2015

Oggi fanart


Ho ricevuto una "commissione" piuttosto importante.
Il committente in questione è un quattrenne con la passione del disegno, e la fissa per il robottone di Big Hero 6.
E così, il disegno di oggi è una fanart dedicata a lui, sperando che gli piaccia e che ne sia contento ( non vedo l'ora di vedere che faccia farà xD ).
Per il momento, causa altri impegni, mi limiterò a postare il lineart a matita, in modo da dedicare in seguito un intero post all'argomento colorazione e dei mille modi di realizzarla. Non so, quando, ne come, ma lo farò.



martedì 10 febbraio 2015

Oggi studio!

Cercando di tener fede alla promessa fatta nel post precedente, oggi ho realizzato un piccolo personaggio con le matite di mypaint ( di cui vi parlerò successivamente ).

Nella realizzazione del disegno, mi sono concentrato su un elemento fondamentale per qualsiasi illustratore, la pazienza!
Si perché, oltre alla conoscenza delle tecniche di base, un buon illustratore ( cosa che spero di diventare un giorno ) deve sviluppare altre due facoltà fondamentali, ovvero la fantasia, che deve essere rinnovata e alimentata quotidianamente, e la capacità di "saper aspettare".
Soffermarsi sul disegno 20, 30 minuti oltre al punto in cui lo si può considerare terminato, permetterà all'illustrazione stessa di guadagnarne in bellezza.
Con questo, non intendo dire che la si debba rendere più complessa, a volte magari potrebbe esser sufficiente un lavoro di "rimozione" e semplificazione, piuttosto che uno di rifinitura e dettaglio.
Ad ogni modo, ho scoperto che soffermarvisi, crogiolarsi per un paio di minuti ( non di più, altrimenti diventa autocompiacimento ) nella soddisfazione, e domandarsi cosa si potrebbe ancora modificare, sia un ottimo modo di procedere nel tentativo di disegnare una illustrazione più che buona, ideale, perfetta.
E poiché, per l'appunto, la pazienza nel disegno è un elemento che mi manca decisamente, da oggi cercherò di esercitarmici sempre più, sperando di riuscire un giorno ad acquisirla naturalmente.

Ecco, a questo punto credo di aver detto tutto,
Bando alle ciance, ecco lo schizzo di oggi ;)




lunedì 9 febbraio 2015

Bonjouuuuur :D


Ieri ho letto un articolo molto interessante sul sito aduntratto.com, che mi ha fatto venir voglia di tornare a scrivere qui nel mio piccolo blog, a distanza di più di un anno di tempo dall'ultimo post.
Il fatto è che ad un certo punto del 2013, è stato preso di mira da non so quali e quanti siti di spam, che mi davano non pochi fastidi, e così ho deciso di dedicarmi più alla pagina facebook che ai deliri quotidiani ( o quasi ) qui sul blog.
Come dicevo però, l'articolo letto ieri ( potete trovarlo qui se vi interessa leggerlo, particolarmente interessante per gli illustratori ) mi ha fatto tornare la voglia di scrivere. Non so quanto durerà e non prometto di aggiornare costantemente, ma per il momento, qualcosa da raccontare ce l'ho.
Nell'ultimo anno mi sono dato davvero molto da fare per quanto riguarda l'illustrazione, ho perfezionato il disegno anatomico ( anche se non mi soddisfa ancora ) e inventato di sana pianta una tecnica di colorazione in photoshop che mi permette di realizzare colorazioni complesse in metà del tempo che mi serviva in precedenza. Ora, per arrivare alla colorazione perfetta ( o quantomeno buona), non mi resta che studiare e selezionare attentamente una serie di pennelli di photoshop. Sembra una stupidaggine, ma prevedo che ci vorrà davvero tanto, tanto tempo.

Dal punto di vista lavorativo, nessuna novità, non ho ancora trovato l'idea giusta da presentare ad editori vari, ma negli ultimi tempi ho iniziato a lavorare ad un piccolo progetto personale, che probabilmente pubblicherò all'interno del mio sito.

Bon, detto ciò ora devo andare, e per ringraziarvi della pazienza dimostrata nell'aver letto questo mio piccolo nonsense, vi lascio con alcuni sketch e dettagli dei miei ultimi lavori.
Spero vi fermerete ancora a leggere queste mie pagine,




Fan art su "Kiki consegne a domicilio" uno dei miei Ghibli preferiti.

Illustrazione dedicata a "Tutta la luce che non vediamo" di Anthony Doerr

Winter

Fan art di Aurora di Child of Light in versione doppia per far risaltare la correzione dei colori

Illustrazione realizzata per la tesi di una mia amica. Probabilmente vi parlerò in seguito del suo progetto ;)

Colorazione di una tavola di Lumina, su matite della bravissima Linda Cavallini. Potete saperne di più nella pagina facebook del progetto Lumina

Quick sketch realizzato per testare le funzionalità di Mypaint 1.1 per windows.

Quick sketch su Nihal di Licia Troisi. Ho sempre desiderato disegnarla, ma i tentativi passati sono sempre falliti miseramente xD

Una piccola preview di una tavola del mio progetto personale.

Alla prossima ;)